EDUCATION IS THE DIFFERENCE

WHO WE ARE

 

La BE WITH US ONLUS nasce il 14 febbraio 2014 con lo scopo di contribuire alla riduzione dell’ABBANDONO SCOLASTICO supportando il sistema educativo attraverso lo sviluppo della qualità del capitale umano di tutti gli attori coinvolti nella crescita di un giovane.

LA MISSIONE E LA VISIONE

Combattere l’ABBANDONO SCOLASTICO facendo l’impossibile affinché ogni giovane in Italia arrivi a conseguire il diploma di maturità.

 

I VALORI

La valorizzazione delle persone, il lavorare assieme, il condividere, il merito e la competitività.

 

PERCHÈ FACCIAMO QUESTO

Uno dei fattori principali su cui un Paese può fondare il suo sviluppo economico e sociale è rappresentato dalle competenze dei suoi cittadini. L’utilizzo sempre più esteso di innovazioni nei vari settori, non solo tecnologiche, e la globalizzazione determinano la necessità di avere politiche adeguate a garantire che le persone possiedano le competenze necessarie per vivere e lavorare nella società del XXI secolo.

Il Rapporto nazionale sulle competenze degli adulti ISFOL-PIAAC-OCSE 2014 vede l’Italia ultima per conoscenze di base e penultima per capacità di calcoli. Lo studio, il primo del genere, che ha analizzato le competenze di 166mila persone tra i 16 e i 65 anni in 24 Paesi del mondo cosiddetto sviluppato, ha considerato non solo le capacità di leggere e scrivere, ma anche di risolvere problemi e di utilizzare la tecnologia, strumenti chiave per vivere, per ottenere e mantenere un lavoro, per essere parte della società.

Le competenze chiave di elaborazione delle informazioni considerate essenziali per una piena partecipazione al mercato del lavoro e che dovrebbero essere sviluppate dai sistemi di istruzione e di formazione per preparare i cittadini alla vita sociale e lavorativa, a livello internazionale sono state identificate in literacy, numeracy e problem solving (indagini OCSE tra la fine degli anni ‘90 ed i primi anni 2000). Queste rappresentano le competenze essenziali per l’accesso, la comprensione, l’analisi e l’utilizzo di informazioni basate su testi (di qualunque formato cartaceo o digitale) e, nel caso di informazioni matematiche, sotto ogni forma di rappresentazione (immagini, grafici).

Cinquant’anni fa le competenze chiave erano diverse da quanto ci si aspetti oggi. Allora ci si poteva aspettare che gli individui con competenze di base in lettura, scrittura e matematica disponessero delle competenze fondamentali nella società. Ora, le esigenze derivanti dalla crescita e dal cambiamento tecnologico e la crescente importanza dell’apprendimento permanente all’interno di questi contesti hanno cambiato le prospettive di attenzione alle competenze. Per questo motivo è necessario sviluppare un insieme di abilità e conoscenze, per permettere alle persone di essere attive in un mondo sempre più tecnologico. Le competenze ICT sono oggi presenti nelle agende politiche di tutti i Paesi OCSE, dall’e-learning all’impatto delle nuove tecnologie sulla competitività e la crescita, alle iniquità sociali connesse con il divario digitale. Inoltre, l’importanza economica e sociale delle competenze ICT è destinata ad aumentare nel tempo; questo significa che tali competenze sono chiaramente rilevanti per tutte le Istituzioni.

La conclusione alla quale arriva il rapporto è che quasi un italiano su due è un analfabeta funzionale, che traduce il contesto in cui vive paragonandolo esclusivamente a ciò che giornalmente gli accade. Un analfabeta funzionale, quindi, traduce il mondo paragonandolo esclusivamente alle sue esperienze dirette (la crisi economica è soltanto la diminuzione del suo potere d’acquisto, la guerra in Ucraina è un problema solo se aumenta il prezzo del gas, il taglio delle tasse è giusto se corrisponde ad un taglio dei servizi pubblici, etc.) e non è capace di costruire un’analisi che tenga conto anche delle conseguenze indirette, collettive, a lungo termine, lontane per spazio o per tempo.

BE WITH US ONLUS opera in Italia per favorire l’accesso, la frequenza e la qualità di educazione e formazione di bambini e bambine a una piena partecipazione al mercato del lavoro nella ferma convinzione che l’educazione sia un diritto umano come enunciato nella Dichiarazione Universale sui Diritti Umani del 1948.

Ogni evento, corso o percorso è organizzato per ribadire con forza che educazione e formazione forniscono al singolo e alle comunità gli strumenti per esercitare i diritti inerenti alla persona umana.

 

GLI OBIETTIVI

  • Aumentare il grado di competenza di di bambini, adolescenti e adulti nel contesto europeo e in quello dei paesi più industrializzati, in una prospettiva di sviluppo della responsabilità e dell’inclusione sociale;
  • Coinvolgere attivamente i giovani nei processi di apprendimento, anche attraverso nuove leve per gli insegnanti che siano aperti alla comprensione della realtà, desiderosi di apprendere prima di insegnare, e attraverso il coinvolgimento delle famiglie e delle organizzazioni locali;
  • Contribuire alla riduzione dell’abbandono scolastico.

 

TOP